blog*spot
get rid of this ad | advertise here


grazie a mariemarion per l'immagine
perché sei tu il mio sorriso blu

scrivimi

In rete


Archivio
parole bionde sulla pelle
~ martes, noviembre 11, 2003
 

~ viernes, septiembre 26, 2003
 
Calmati!
Non è vero che ti ha chiamato.
Non è vero che ha chiamato per invitarti ad un matrimonio.
Per oggi alle cinque.
Il solito tempismo.
Non ha trovato nessunA di meglio con cui andarci?
Solo perché conosco il fratello dello sposo?
O voleva per forza andarci con me?
Perché devo lasciarmi prendere così da lui, anche solo dalla sua voce?
No, non è vero che mi ha chiamato.
L?ho solo sognato.
Come il sogno di ieri notte.
Un incubo.
Un incubo come un altro dal quale poi ci si sveglia sempre.
Ecco, ora sei sveglia.
Sei sveglia, stai tranquilla.
Non avere paura; non avere più paura.
Ho paura.
Ho le lacrime che pungono dentro gli occhi.
Ho paura di piangere.
Dov'è la mia serenità di questi giorni?
Dov'è la mia felicità di ieri?
Dove sono le mie sicurezze?
Ho paura.
Non voglio piangere.
Non voglio che mi rovini tutto.
Non posso permettergli di rovinarmi tutto anche questa volta.
Non voglio.
Ormai andre fai parte del passato.
L'hai voluto tu.
Sei stato tu.
Sei stato tu a volerlo.
Sono mesi che mi hai lasciato sola.
Sono due settimane che non chiami.
Lasciami vivere.
Ho imparato a vivere senza di te.
Sto cercando un modo nuovo di amare.
Diverso dal modo in cui ho amato te.
Io sto sperando che sia lo stesso bello, più bello magari.
Ti prego andre lasciami andare via.
Ti prego, ti amo!
~ miércoles, septiembre 24, 2003
 
Lorenzo...
Vorrei trovare le parole per darti il benvenuto in questo mondo, il benvenuto tra tutte le persone che già dal primo giorno ti amano e ti ameranno sempre.
Vorrei trovare le parole per raccontarti un po' di questo mondo senza spaventarti troppo e senza nemmeno darti troppe speranze.
Vorrei trovare le parole per consolarti per tutta questa luce, per tutto questo rumore, tu fino ad ora tranquillo e protetto in un grembo d'amore.
Vorrei trovare parole semplici per raccontarti dell'amore, dell'amicizia, delle cose belle della vita, quelle che contano davvero.
Vorrei non dover mai cercare le parole per consolarti da dall'odio, dalla paura, dalle delusioni.
Vorrei poter trovare le parole e scrivere per te una bella favola, quella che spero sarà la tua vita.
Porti con te già un bagaglio importante e speciale: la tua mamma e il tuo papà; ti hanno dato la vita perché li unisce un amore grande sai, di quelli che fanno invidia a chi non sa cosa vuol dire amare...sei la parte più importante di loro, del loro amore e della loro felicità, della loro saggezza.
Sei parte di una grande famiglia unita, della quale io stessa spesso mi sono sentita parte, che saprà esserti guida e stringersi intorno a te per proteggerti.
Sei una piccola parte, un'altra piccola parte rimasta qui con noi sulla terra, di un grande uomo che con le sue mani grandi ti avrebbe sollevato orgoglioso fino al cielo...lì dov'è andato lui e da dove sei arrivato tu, la dimora degli angeli!
Sei qui con noi Lorenzo e non trovo le parole per descriverti fino in fondo la mia felicità, la mia commozione.
Una felicità fatta di ricordi, del ricordo di quel percorso che ci ha portati fino a qui, fino a te.
Mille momenti di più vite che il destino ha intrecciato insieme e che ora si rivelano in un eterno istante magico e quella magia per noi sei tu!
~ viernes, septiembre 19, 2003
 
Nemmeno voglia di cazzeggiare…
Un po’ di pensieri, ma banali, insoddisfacenti.
Eh si che i miei fiori di bach dovrebbero togliermi di dosso questa noia inutile.
Potrei divertirmi a provare virtualmente i vestiti che potrò mettere domani sera visto che sono inchiodata alla scrivania ancora per almeno un’ora e mezza di tortura che non fa altro che amplificare la noia.
Ma in fondo forse non ho proprio voglia di andare a quella cena domani, non fosse per tutti gli amici con cui ho voglia di condividere qualcosa.
Condividerò con loro anche il fastidio per le altre persone che non ho voglia di vedere, con le quali non ho nemmeno voglia di condividere il conto dopo il caffè (non fosse che se non lo dividessi con loro dovrei salassarmi tutto il costo dei loro appetiti famelici) (beh, sto pensando che potrei invece far pagare a loro anche la mia cena!!!)
Non ho voglia di vedere quel bonzone che non ha ancora capito che non starei con lui nemmeno se fosse l’ultimo uomo al mondo, nonostante sia stata parecchio esplicita.
Non ho voglia di vedere quelle arpie che solo perché sei più carina, più simpatica, più esuberante vorrebbero ammazzarti: al che una fa di tutto e di più per essere il più carina, più simpatica ed esuberante possibile, non fosse altro che per veder schiattare loro di rabbia e la bava dei loro maschi alla bocca.
E poi da quando sono passata davanti al Busker ed ho letto del concerto di Papa Winnie domani…da una settimana tutte le mattine ci passo davanti e ci penso.
Penso al concerto di winnie dell’anno scorso.
Penso a quella bellissima serata tanto bella quanto inaspettata, come tutte le cose più belle.
Penso alla paura che avevo quando sono arrivata lì quella sera; la prima sera dopo tutto il casino che era successo.
Penso alla faccia di andre quando mi ha visto.
Penso a tutte le cose belle che ci siamo fatti e detti quella sera.
Penso che mi piacerebbe rivivere quella sera.
Penso che mi piacerebbe avere di nuovo andre così vicino e così felice di stare con me.
Ecco, quella sera era proprio la felicità in persona per il fatto di stare con me.
Mi seguiva ovunque anche mentre lavoravamo.
Mi baciava davanti a tutti.
Mi manca sempre, anche se in modo diverso.
Anche se dopo gli ultimi contatti, telefonate, anche quella di sabato scorso mi sembra che potremmo essere amici.
Ma quella sera la rivivrei con tutta l’anima.
Una delle sere più belle della mia vita.
Si, perché io per andre ho rischiato tutto, ho mollato tutto.
Gli affetti più cari, il lavoro, la famiglia…persino me stessa.
Ma non lo rimpiango più.
Forse la serenità di oggi mi porta anche a questo.
Poi penso a mio padre…
Mio padre che mi manca così tanto.
Credo che a volte io mi eviti di pensare a lui, a qualsiasi cosa, a quando ridevamo insieme, a quando litigavamo, a quando non ci parlavamo perché eravamo arrabbiati.
Perché fa ancora troppo male.
E mi manca tanto.
E spero che lui lo sappia; non che veda il mio dolore, ma che sappia che è sempre qui, nel mio cuore, anche quando fa male.
~ miércoles, septiembre 17, 2003
 
beh, a questo punto...meglio ANDRE!
anzi, meglio ancora...IO!!!
solo IO!!!
~ viernes, septiembre 12, 2003
 
Stavo pensando intensamente ad un attimo prima di un bacio.
Giusto quell'attimo prima, magari con una persona che non hai mai baciato, della quale non conosci nulla o quasi.
E che ti piace, ti piace tanto.
Un attimo prima di un bacio, quando sei lì, ormai con la lucida consapevolezza che ti bacerà, sai che accadrà, non c'è più spazio per i dubbi.
Sei lì, ad un istante dalle sue labbra, dal suo sapore e il cuore ti batte forte e gli ormoni ti sguazzano nelle vene ad una velocità supersonica...
E guardi l'altro negli occhi, forse troppo vicini per guardarlo davvero...
E senti l'espressione dei tuoi occhi, io la sento sempre; sento quello che c'è dentro di me e che viene amplificato dal mio sguardo.
Sento i miei occhi che rivelano il mio desiderio, la voglia di quelle labbra, la voglia di quel sapore, la voglia di incontrarsi nella bocca dell'altro, di scoprirsi in un'armonia di momenti irripetibili, di scoperte umide, di sensazioni...
Cercare nella bocca dell'altro la promessa del calore che potrà essere o la freddezza di una delusione.
Un attimo prima di un bacio, un attimo prima di scoprire un universo sconosciuto che è il corpo dell'altro e che inizia proprio da lì...
Una voglia febbrile di un attimo prima di un bacio, di quell'emozione per me unica ed ineguagliabile, forse più intensa di cento orgasmi!
Penso che mi piacerebbe vedere la mia espressione, i miei occhi, il mio sguardo un attimo prima di un bacio; per vedere se tutto quello che sento, se il modo in cui mi immagino sono reali; se l'altro vede davvero i miei occhi che brillano e che dicono più di mille parole o di mille carezze.
Mi domando se davvero ci ricordiamo sempre il valore di UN ATTIMO PRIMA DI UN BACIO: è una di quelle emozioni che non dovremmo permetterci di dimenticare mai...
~ miércoles, septiembre 10, 2003
 
finalmente di nuovo un po' di sole...
la pioggia di ieri era un insulto alla mia splendida abbronzatura...

Powered By Blogger TM



Bloggando
Diarist.Net